Contenuti utili, usabili e coinvolgenti

I contenuti sono qualcosa in più di semplici parole in una pagina web. Si tratta di informazioni trasmesse, conoscenze e storie. Così come ogni altro tipo di comunicazione, l’usabilità potrebbe essere una valore da considerare con ogni tipo di contenuto che creiamo e pubblichiamo sul web. Dovrebbe essere progettato, scritto e formattato tenendo conto dell’utilizzatore finale.

“Un buon design può aiutare a trasformare un buon articolo in una risorsa epica”.

Sfortunatamente, però, molte compagnie pensano che creare un blog e pubblicare testi lunghi ed articolati sia una soluzione molto professionale. Ma non è così, i contenuti devono essere usabili e utili, con una chiarezza a prova di “casalinga di voghera”.

Il famoso studio di Jakob Nielson per l’eyescan (la scansione dei movimenti dell’occhio quando legge un articolo su web) ci dice molto su il modo in cui le persone leggono su internet.

Fonte: Nielsen Norman Group.

Queste informazioni possono esserci utili a capire come creare degli ottimi contenuti per i lettori e regalargli un’ottima user experience. Ci mostrano, inoltre, come il modo in cui vengano presentati i contenuti sia importante così come il contenuto stesso.

In questo articolo discuteremo su come usare al meglio i tool per avere un vantaggio radicale nella produzione dei vostri contenuti.

Design e layout

Una delle prime fasi critiche per creare ottimi contenuti è renderli leggibili. Questo significa prestare attenzione allo stile della pagina, le parole usate, gli spazi e la loro disposizione (il famoso layout).

 

Creare una comoda lettura

Proprio in cima alla lista per la creazione dei contenuti, c’è il controllo della linea di lettura. Questa linea è il modo in cui il nostro occhi legge attraverso le righe del testo e viaggia da sinistra verso destra (nel caso della scrittura occidentale) per leggere le parole e le frasi.

La linea di lettura è dettata da 2 variabili:

  1. La grandezza dei font (il carattere)
  2. la larghezza della colonna

Se si avranno dei font grandi, le colonne dovranno essere più ampie per avere lo stesso tipo di lunghezza di lettura (misurata in caratteri). E al rovescio della medaglia, se il carattere sarà più piccolo, si dovrà considerare una colonna più stretta e con linee più condensate per renderlo più confortevole alla lettura.

 

“Non basta gettare delle parole su una pagina perchè non sarà neanche lontanamente sufficiente al fine di avere successo.”

L maggior parte degli esperti suggerisce che ogni riga di testo deve contenere tra i 45 e i 75 caratteri per un computer desktop e tra 35 e 50 sui dispositivi mobile.

 

Se si inserisce una quantità di testo superiore, i lettori faranno fatica e passare alla riga successiva, prima della fine del testo. Mentre se il testo è più breve, la lettura verrà percepita instabile e complicata.

Poiché la maggior parte degli utenti hanno dispositivi ad alta risoluzione e monitor sempre più grandi, spesso i siti odierni utilizzano una dimensione deil font più grande (20-22px), con una larghezza di colonna più ampia (800-1000px). Ma qualsiasi combinazione che si traducesse in caratteri leggibili e con una comoda lunghezza renderebbe la linea di lettura comunque leggibile.

Impostare la corretta spaziatura e altezza

In secundis, le parole nelle vostre pagine web devono essere facilmente distinguibili, ma senza avere troppi spazi o intervalli tra esse.

Da notare come la spaziatura in questo testo rende tutto chiaro. Ogni linea è ad una comoda distanza e l’occhio percepisce già quando inizia una nuova parola o un paragrafo.

Prestare sempre un’attenzione speciale alla spaziatura dei caratteri e delle interlinee. Sebbene la maggior parte dei browser ha pre-impostato delle dimensioni dei font leggibili come impostazioni predefinite, il tuo foglio di stile potrebbe sovrascriverle e renderebbe il testo difficile da leggere.

Allo stesso modo, l’altezza dell’inter-linea dl testo all’interno dello stesso paragrafo dovrebbe essere sufficiente per una la lettura confortevole, ma non così tanto da esser facilmente confusa con la spaziatura tra i paragrafi.

 

Rimuovere le distrazioni

Anche se molti siti utilizzano ancora le barre laterali per oggetti come pubblicità o contenuti correlati, gran parte del web si è spostato a dei layout di pagina con una singola colonna.

Esempio di Videofruit

Questa soluzione è spesso utilizzata per motivi estetici (il tutto sembra più pulito e semplice per il lettore), ma anche a causa del suo impatto sul coinvolgimento e la conversione dei lettori sui nostri contenuti.

In questo caso i lettori sono in grado di concentrarsi su ogni elemento in sequenza, piuttosto che perdere la loro attenzione tra il corpo del tuo contenuto e le offerte che galleggiano accanto ad esso.

Meno distrazioni significa più concentrazione da parte del lettore e un valore per i contenuti più elevata

Scrittura e struttura

La forma fisica delle linee e paragrafi svolge anch’essa un ruolo importante nel coinvolgimento del lettore.

Si va oltre gli elementi di stile di scrittura o la grammatica corretta, e si presta attenzione a ciò che coinvolge il ritmo e la cadenza della sua scrittura, come le parole scorrono, e il modo in cui dirigere l’attenzione del lettore. Ognuno di questi elementi ha un ruolo importante nel modo in cui i lettori consumano sul web i contenuti.

Scrivere con buoni propositi

Siate sintetici, chiari e puliti nella scrittura e nella gestione della lunghezza dei testi, paragrafi e parole. Una struttura chiara e pulita renderà i vostri contenuti vincenti.

 

Utilizzare i sottotitoli

Spezzate in parti i vostri testi usando spesso i sottotitoli per avere delle zone schematiche mentali di lettura.

Ai lettori piace avere una leggera linea di demarcazione dei contenuti che stanno leggendo. Inoltre risulteranno essere un gancio, per il lettori, in modo da poter fare delle scremature di base dei contenuti.

 

Suddividere il testo

La scrematura è una parte essenziale per consumare contenuti sul web. C’è tanta roba da leggere in giro, e spesso i lettori non hanno il tempo di restare troppo tempo sopra ogni parola di un articolo.

 

“Creare contenuti che prendano lascrematura in considerazione.”

Come creatori di contenuti, non dobbiamo cercare di combattere questa tendenza, non è il nostro lavoro costringere i visitatori a cambiare le loro abitudini di lettura. Piuttosto, abbracciamo questa realtà di creare contenuti che tiene conto della fase di scrematura da parte del lettore, creando pause visive nel testo e una presentazione visivamente coinvolgente.

Ci sono un certo numero di modi per rompere il testo:

  1. Liste (ordinate o non ordinate)
  2. fotografie
  3. Tabelle, grafici o altri elementi visivi
  4. Capitolo o interruzioni di sezione
  5. Citazioni
  6. Richiami
  7. Call to action

Possiamo vedere in questa email un’ottimo sistema di strutturazione.

 

Come lettore, se mi annoio con le parole, posso passare alla successiva voce, lista, o immagine in grado di darmi un indizio su ciò che è stato scritto o quel che ne seguirà.

Uno studio condotto da Buzzsumo ha scoperto che gli articoli con una immagine ogni 75/100 parole ottengono il maggior numero di azioni.

 

Fonte: Buzzsumo

Questo può essere un valore un pò troppo alto per la maggior parte degli articoli, ma ci dà un’idea di quanto sia importante degli effetti visivi delle immagini nel testo.

Come regola generale, si consiglia di inserire  immagini ogni 200-400 parole. Questo può rendere i contenuti un pò più movimentati, con ancora più punti visivi per coinvolgere il vostro lettore visivamente e catturarlo nella lettura di quello che avete scritto.

 

“Layout e il design non possono compensare contenuti inappropriati.”

 

Aggiungere valore attraverso la progettazione

Finora, abbiamo parlato dei tipi di dadi e bulloni che vanno a costruire la nostra struttura dei contenuti.

Ma il design può fare molto di più.

Una progettazione ben eseguita può trasformare i contenuti in una risorsa. Questo può sembrare una pò ambiguo distinzione. Ma, considerando che i contenuti vengono creati ogni giorno, è importante per voi comunicare immediatamente il valore del contenuto al vostro lettore. Il design vi aiuta a raggiungere quel goal.

Fonte: Rolando Bouza via Behance

Vi faccio l’esempio di una rivista stampata con blocchi enormi di testo fino alla fine. Sarebbe una rivista noiosa e poco accattivante. Per questo “fraseggiamo” con immagini e testo in modo armonico, per avere un contenuto accattivante.

Fornire una struttura di navigazione organizzata

Nella sua forma più semplice, è possibile utilizzare il design come un meccanismo di wayfinding per i lettori. In modo particolare, se hai creato una risorsa che ha un sacco di profondità nei contenuti o copre una vasta gamma di argomenti conviene progettare un design per la fruibilità dei contenuti stessi.

Esempio da Helpscout.com.

Nell’esempio di helpscout.com  possiamo vedere come hanno catalogato e categorizzato una quantità massiva di contenuti con un metodo a mò di “citazioni”.

 

Mentre Vero ha creato una delle più compresse guide di email marketing grazie ad una tabella unica di contenuti.

Fonte: Vero

Il punto è che la maggior parte delle aziende si limiterebbe a scrivere solo un post molto lungo e lo schiafferebbe in una sola pagina. Ma, se si desidera creare una risorsa eccezionale, è necessario considerare l’impatto della progettazione e organizzazione delle informazioni.

Rendere i contenuti più utilizzabili

La progettazione dei contenuti, può essere usata anche come modo di organizzare i contenuti in sezioni per renderli più utilizzabili. Come abbiamo già detto, i sottotitoli e altri modus operandi possono fare la differenza, ma niente come la variazione di colore o del flusso attrae il lettore nel modo più forte.

Fonte: AffordableCollegesOnline.org

Il sito AffordableCollegesOnline.org ha creato un sito che sfrutta proprio questa tecnica.

 

Dare ai lettori un senso del luogo e del contesto

Progettare i contenuti è spesso fornire informazioni rilevanti all’utente. La guida di Moz (Beginner’s Guide to Search Engine Optimization) è un perfetto esempio del valore aggiunto che da il design. La guida è assolutamente enorme e affronta un numero grandissimo di temi interconnessi relativi al search engine optimization.

 

La chiara struttura di navigazione ci aiuta a scorrere tra i dati e dare un senso su come i concetti sono collegati tra loro.

 

Conclusioni

Possiamo imparare molto con un solo sguardo ad alcune di queste aziende che hanno investito il loro tempo e le lore energie nella creazione di contenuti orientati al lettore.

La creazione di qualcosa di grande, inizia creando grandi contenuti. Investiamo su questa filosofia!

 

Walter Fantauzzi

About the author: Walter

Business Model Maker