12 mosse vincenti

E’ tempo di pensare a rendere le applicazioni mobile e le app intuitive per gli users. Se l’applicazione non è usabile è praticamente inutile. Allo stesso tempo se l’app è utile ma ha un effort difficile da acquisire, le persone potrebbero scegliere di non imparare ad utilizzarla. Creare un design funzionale non è un task semplice per questo vi metto a disposizione 12 mosse per un scacco matto” da campioni.

 

Elimina il superfluo

Un enorme fattore che influisce sulla realizzazione delle app mobile affinchè brilli la UX sono le user interface.
La user attention è una risorsa preziosa, ed deve essere posizionata sapientemente. E’ quindi di vitale importanza togliere il superfluo dalle interfacce.
Finchè i display mobile avranno una dimensione limitata, qualsiasi bottone, testo o linea renderanno la lettura dello schermo complicata.
Dovete quindi focalizzarvi nel comunicare in modo chiaro e coinciso tramite una UI che sia il più possibile invisibile, in modo da far focalizzare l’attenzione sui contenuti essenziali.

 

Progettare per interruzioni

Personalmente quando progetto un’applicazione che prevede acquisti o il check di nuovi messaggi e/o informazioni (tipo orari dei treni), penso allo user come ad una persona “in movimento”.
Questo flusso di operazioni critiche da eseguire, vanno frammentate in alcune operazioni più piccole senza sovraccaricare lo user.
Una semplice regola empirica: one primary action per screen (una sola opzione primaria per vista).
Ogni singola vista della tua app dovrebbe supportare una singola action che sia di valore reale per lo user.
Sessioni corte (o short mobile sessions) significano anche che bisogna progettare per interruzioni, dando possibilità allo user di salvare lo stato in cui si trova e riutilizzarla successivamente.

mobdestips

 

 

Creare una navigazione auto-evidente

Conosci il tuo user ed aiutalo nelle sue necessità.
Come già scritto in un altro articolo, vanno usate funzioni riconoscibili dallo user inerenti al layout dell’app.
Rendete ovvie queste funzioni e rendetele chiare ed intuitive. La navigazione, difatti, dovrebbe aiutare lo user a scoprire ed usare queste funzioni.
Una buona navigazione potrebbe far sentire l’interfaccia invisibile, senza stancare le sue dita nell’utilizzo dell’app giornaliera.
Dopo tutto, anche la più bella featuring o contenuto diventa inutile se l’utente non riesce a trovarlo.

mobdestips02

 

Fare subito una buona impressione

Non è una novità che la prima impressione è quello che rende un’app vincente. Così come nella vita quotidiana, la vostra app non ha una seconda chance.
C’è solo un’opportunità per influenzare qualcuno affinchè sia il vostro user, e se deludi alla prima volta puoi scommetere che loro non torneranno indietro sulla loro scelta.
Nell’azione di onboarding (di salita a bordo) non dobbiamo creare interruzioni, e deve essere solo un insieme di benefici per lo user.
In questa operazione va soddisfatto nello user il senso di conoscenza di quei fattori per iniziare ad utilizzare l’app, niente di più niente di meno.
Se riesci a “far salire a bordo” lo user in modo semplice e pulito, di sicuro sarà il tuo utilizzatore modello.

mobdestips01

 

Allineare con le convenzioni del dispositivo

Nel progettare le app in modalità cross-platform tra Android e iOs, non bisogna utilizzare un comportamento unico basato solo su una tecnologia.
Personalmente utilizzo la UX nativa di ogni dispositivo in modo da rendere le operazioni familiari allo user.
Sembrerà banale, ma spesso utilizzo gli elementi nativi di ogni ambiente come gli input fields, le check boxes ecc… perchè le persone sanno già usarli.

mobdestips04

 

Progettare elementi tappabili

Come già detto in un altro mio articolo, oggetti tappabili piccoli sono difficili da “toccare”.
Vanno quindi progettati oggetti tappabili abbastanza grandi da poter esser utilizzati dagli users.
Sia Android che iOs hanno delle linee guida per le misure da utilizzare. Inoltre deve essere sempre visibile il bordo dell’oggetto tappato.

mobdestips03

 

Posizionare gli elementi sullo schermo

Progettare i controlli in base alla posizione della mano e al grip deve essere il “must” quando si progetta un’app. Vanno valutate le zone facilmente raggiungibili, per posizionare i migliori elementi di interesse come per esempio un pulsante “acquista subito”.

mobdestips06
Rappresentazione di una posizione della mano confortevole. Image Source: uxmatters

Continuare il flusso dell’experience

Gli utilizzatori possono usare l’app su un telefono, un tablet o un pc desktop e non va mai lasciato solo e sperduto durante tutto il flusso. Le operazioni iniziate su un dispositivo devono poter essere riprese e proseguite da un altro device. Una User experience senza interruzioni è una dei requisiti più importanti per una criss-device experience.

mobdestips05

 

Animazioni dedicate e microfunzionalità

La User Experience non è solo usabilità. Deve essere qualcosa che susciti anche del sensazioni. Sono le piccole cose che possono rendere la tua UX piacevolmente memorabile. Iniettando delle animazioni dedicate – come microinteractions animate, feedback animati o dei suoni in-app – nel design dell’aplicazione, potrete far sentire gli users più a loro agio e facenti parti dell’interazione stessa con qualcosa che abbia della personalità propria. Il tutto serve ad enfatizzare l’audience dei vostri utilizzatori.

mobdestips07

 

Attenti alla leggibilità

Quando compariamo i computer desktop a quelli mobile, che hanno uno schermo relativamente piccolo, ci imbattiamo nella problematica di dover far entrare la stessa quantità di contenuti in uno spazio molto ridotto. La tentazione è di comprimere il tutto il più possibile, ma vi prego di non cadere in tentazione! Tenete sempre a mente che i contenuti devono essere leggibili il più possibile. Una regola empirica dimostra che il font minimo non deve essere inferiore agli 11 punti, e che utilizzando un’interlinea maggiore renderà il tutto più visibile.

mobdestips09

 

Non interrompere i tuoi Users

nessuno, in realtà, vuole mai essere interrotto, figuratevi qualcuno che sta usando la vostra applicazione. Pertanto interruzioni del tipo “vota e/o recensisci la nostra app” è quel che più di sbagliato si possa fare in situazioni ed operazioni cruciali sull’app. Mentre sono utili in situazioni di stasi sull’app o in punti cardine in cui al culmine di una procedura che abbia soddisfatto l’utente, venga richiesto un feedback sulla nostra esperienza d’uso dell’applicazione.

 

mobdestips10

 

Perfezionate il design sulla base dei test per l’utente

Non fatevi ingannare dal design visto sullo schermo del vostro PC o Mac, provate sempre sul dispositivo reale, perchè le regole della UX e UI cambiano drasticamente. Nonsolo, le regole della UX teorica e in fase di progettazione spesso si dimostrano poco performanti nella vita reale. Ed qui che è importante far testare le app ai vostri utilizzatori. Personalemente faccio eseguire dei task reali di operazioni finite, misurando ed analizzando cosa accade in modo da capire come veramente la mia UX lavori a regime. Tengo inoltre ben presente che la mia app è constantemente in evoluzione, è qualcosa di vivo…

 

Walter Fantauzzi

About the author: Walter

Business Model Maker